venerdì 18 aprile 2008

A grande richiesta... nasce la rubrica CARO LOY ti scrivo...


Dopo le tante richieste abbiamo deciso... la rubrica per confidarsi con Loy è stata aperta.

Uno spazio per tutti coloro che sentono il bisogno di farsi ascoltare, per coloro che hanno bisogno di riflettere e soprattutto per tutti quelli che vogliono un consiglio sull'amore, sul calcio da parte del nostro loy.

Uno spazio tutto per voi... e per Loy!

Non ti vergognare e scrivi a caroloy@bancolatino.tv


Caro Loy ti scrivo... 



"perchè non facciamo una rubrica che si chiama caro loy, dove gni se pole parlare dei nostri problemi di cuore, dei voli pindarici calcistici o de altro"
Nicolino

Caro loy,
ho 18 anni e sono innamorato di una ragazza bellissima, ma sono timido e per di più quando mi emoziono mi esce il sangue dal naso; io vorrei parlarle ma non so come
come posso fare?
grazie

anonimo '90

Caro loy,
da qualche tempo soffro di aerofagia flatulenta vertiginosa.
Il mio dottore ha detto che può provocare vertigini e vomito a quelli che mi stanno intorno.
Adesso ogni volta che esco sono preoccupato di poter far male a qualcuno, e così mi sono chiuso in casa e anche in me stesso.
Anche quando vengo a vedere il banco mi metto sempre in un cantuccio.
Cosa mi consigli?

neanderthal74

6 commenti:

Anonimo ha detto...

caro loi, sono una citta anonima del borgo. no sciocchino che hai capito anonima nel senso che 'nvoglio dire il mì nome. sennò altro che anonima. ti scrivo per sapere alcune cose. sò venuta a vedere la tù squadra perchè ci giocano tanti bei citti però a calcio me sembrate parecchio scarsini. pigliateli più brutti così almeno vincete qualcosa.

banchina91 (no sciocchino che hai capito noi fan del banco ci chiamano le banchine)

Anonimo ha detto...

Non ci credo. Che menti contorte!!!
Domani rispondo a tutti!!!!!
Loy

pancaro ha detto...

cavate quel traditore da dietro la foto della luisa

Anonimo ha detto...

Caro Loy,sto guardando i Cesaroni con la mia famiglia,non sai quanto è importante per noi avere un punto di riferimento cosi importante....Grazie,grazie di esistere.Ahh! A proposito Alessandro è un pò scioltino,cosa posso fare?Roggi

Anonimo ha detto...

Caro Loy,
è vero che nella foto della rubrica indichi la misura dell tuo pisello?
Se così fosse mi sento già un gigante! Grazie!
Con affetto...

Presidente ha detto...

il calcio è un gioco. si chiama infatti "federazione giuoco calcio" l'ente che governa l'intero movimento calcistico. ora, un gioco è tale solo se a partecipare sono almeno due attori. è proprio da qui che vorrei iniziare. dal gioco. il banco è un gioco, forse un grande gioco, che non può proprio fare a meno di undici protagonisti. protagonisti, non comparse. il banco vuole la personalità, è un fagocitatore insaziabile di grandi personalità. il banco è un mostro dai grandi appetiti che se lo inviti al tavolo dei bagordi non si tira idietro. ma se ha mal di stomaco non mangia, viene mangiato. allora ci vuole il mestiere. ci vuole la testa che metta in moto i succhi gastrici, i muscoli addominali che favoriscano la deiezione del malessere. ci vuole un bel rutto. poi tutto passa e il prossimo invito sarà degno dei raffinati palati dei monaci benedettini, sarà la battaglia contro la cruda carne cotta al fuoco delle braci barbare in favore del lento sobbollire dei sughi nei cocci chiusi dai coperchi, nel cui buio si modificano i sapori e si costriscono seduzioni alchemiche. Questo cari miei è il Banco. Voi che ci giocate ora, in questo tempo, dovete saperlo e sempre ricordarlo. Non c'è spazio per le individuali battaglie. quelle sono cotte al fuoco vivo della grezza fame che tutti possono soddisfare. Al banco funzionano i pizzichi di sale, gli odori messi al momento giusto,il vino maturo e carico. ci vuole tempo, ma poi esplode nel palato il gusto vero della vittoria. ogni sua sfumatura nutrirà i vostri corpi, ogni minima attesa sarà manna. e il petto gonfierà d'orgoglio il momento che a quel punto sarà davvero di ognuno di voi. sarà solo quello il momento in cui potrete pensare al vostro ego.e pensare che sarà totalmente soddisfatto perché siete finalmente uno di quegli ingredienti che dentro i cocci bollenti si trasformano in un piatto di vera goduria. essere Banco. difficile, ma Banco.
ps. vinciamole tutte.


Il primo Banco Latino